martedì 13 novembre 2012

Giò e Ciccio

E' bello avere qualcuno sulla spiaggia che ti aspetta anche con 40 nodi di vento...

Giò e Ciccio on the beach!

Due su due: Pilone 12-11-12

Terza giornata di scirocco e per me seconda uscita. Nel mio giorno libero il Pilone ci regala condizioni più "normali" e sempre con 4,3 e 85 litri e con le braccia cariche del giorno prima riesco a tirare fuori quasi 4 belle orette continue.


Giovanna prende più confidenza con la macchina fotografica e lo scatto multiplo l'aiuta ad immortalare le nostre fatiche. A mare in pochi ma buoni.

Piscine 11-11-12

Beh, dopo quasi quattro mesi tornare a scrivere qualcosa su un blog lo fa sembrare, come dire, poco...."blog"...cmq il fatto di tornare a scrivere implica la possibilità di una bella uscita in windsurf o in snow e in questo caso vada per la prima.
Lo scirocco era atteso e non si è fatto aspettare. Già da Sabato ha tirato bello forte sventagliando, Domenica il canale con una 30ina abbondante di nodi, arrivando al Pilone anche a superare i 40-45 come si vede dalla prima foto della gallery con la sabbia che vola fino ad un metro.
Alle piscine anche se rafficato la scirocco è più gestibile e ci buttiamo in acqua, io con 4,3 e 85 litri.


Per me una giornata non pienissima viste le condizioni toste e la mia mancanza di allenamento, ma comunque divertente e in buona compagnia. Ottima occasione anche per Giovanna di testare la macchinina fotografica nuova con risultati più che positivi.

Vai alla gallery Piscine 11-11-12 

domenica 22 luglio 2012

Scaletta 22-07-12

In questo periodo la fortuna ventosa mi accompagna, infatti quando lavoro fa ventone e quando sono libero raccolgo briciole...


Oggi le briciole sono durate mezz'ora. Mezz'ora con la 5 a palla ma poi pian piano è andato calando per girarsi anche a scirocco alla fine. Sempre meglio di niente.......

sabato 12 maggio 2012

Dopo tanti mesi si torna a surfare

Sono passati circa 7 mesi dall'ultima uscita seria in mare. Erano anni che non passavo così tanto tempo lontano dall'acqua salata. Ho attenuato la morsa della voglia di surfare con le uscite in montagna che ora mi iniziano a mancare. Ormai sono due amori che camminano pari, anzi che corrono pari.
Pensavo di soffrire fisicamente molto più di quello che effettivamente è stato e molta della fatica è da attribuire alle condizioni, non sicuramente al livello di Scaletta. Vento rafficato e buchi tosti ma sotto raffica comunque da 4,5. Alla fine 3 belle orette con una splendita giornata di sole per togliere la ruggine.

lunedì 23 aprile 2012

Aprile o Febbraio????...

20 giorni lontani dalla montagna sono tanti e si sentono...specialmente nelle gambe. Ma quando trovi condizioni di neve incredibili a fine Aprile la voglia si salire sempre più in alto prende il sopravvento.

Il forte vento non ci ha permesso di arrivare all'Osservatorio e di godere fin in fondo della neve fresca caduta nei giorni passati, ma abbiamo comunque sciato per metà della nostra discesa su neve secca come se fosse Febbraio e abbiamo superato il record della passata stagione che si è conclusa il 19 Aprile; inoltre il nostro vulcano ha ancora una copertina di neve che durerà sicuramente per un altro un mesetto.

venerdì 30 marzo 2012

La colata del 2002 brucia....

Si può lasciare scontenta una giovane fanciulla desiderosa di tracciare con la sua tavola la neve che ricopre una recente colata di lava?
La risposta è no, così la nostra gita di oggi ci riporta in zone del vulcano che avevamo visitato mesi fa ma questa volta indovinando la colata di discesa che è così cara a Giovanna.
La giornata è molto calda e il sole forte. Saliamo in magliettina. Primo tratto in sggiovia, 300 metri in ciaspole per poi lanciarci in quasi mille metri di dislivello negativo in discesa.


La neve è primaverile, molto morbiba viste le temperature, molto bagnata e veloce. Solo nei tratti coperti dalla sabbia portata dalla scirocco senti la soletta rallentare.
La discesa è divertentissima,tra crateri, piccoli canyon, cunette salterine e pipe naturali. Farla con tanta neve fresca vuol dire scendere nel più bel park naturale che ci sia.
Alla fine della nostra discesa, intorno ai 1450 la sciara fa capolino ma con un pò di attenzione riportiamo a casa le solette indenni.
Ultimo tratto nel bosco e poi relax: stanchi, soddisfatti e........io con la testa, il collo e le braccia bruciate dal sole!!!